Food

Phenix e le box antispreco

Dalla grande distribuzione alle piccole botteghe di quartiere. Obiettivo: ridurre lo spreco alimentare. E’ Phenix, la startup Tech For Good, nata in Francia nel 2014 e sbarcata ora in Italia.

“Phenix – sottolineano dalla startup – offre soluzioni a tutto tondo sia per il mondo B2B sia per quello B2C: non solo un’app che conta 2.5 milioni di utenti attivi in Europa, ma anche uno strumento dedicato alle promozioni intelligenti in negozio che tengono conto dello storico delle vendite e del controllo sistematico delle date di scadenza per evitare lo spreco alimentare dei prodotti rimasti invenduti”.

Insieme contro lo spreco alimentare

Con 150 milioni di pasti salvati in tutta Europa, Phenix si pone come punto d’incontro tra chi produce troppo e chi invece desidera salvare gli invenduti della giornata e fare un gesto per l’ambiente: ogni box salvata dallo spreco equivale infatti a 2,5kg di CO2 evitate. Senza contare la possibilità di acquistare ottimi prodotti ad un prezzo decisamente competitivo.

“Alla radice dell’impegno di Phenix – spiegano gli sviluppatori – c’è un’equazione che non torna: tonnellate di prodotti sprecati ogni giorno, milioni di persone che vogliono consumare in modo più responsabile e un pianeta all’ultimo respiro. Un terzo del cibo prodotto ogni anno nel mondo viene gettato e, nella sola Italia, ogni anno sprechiamo oltre 65kg di cibo a persona, per una perdita economica nell’ordine di circa 10 miliardi di euro. E come se non bastasse, se lo spreco alimentare fosse un paese, sarebbe il terzo maggiore produttore di gas serra. Ecco perché, Phenix ha deciso di rimboccarsi le maniche e fare tutto il possibile per trovare soluzioni efficaci”.

Azioni solidali e vantaggiose per tutti gli attori coinvolti

Il sistema pensato da Phenix mira ad instaurare un circolo virtuoso che coinvolga commercianti e consumatori, con la possibilità, per i primi, di gestire al meglio i prodotti invenduti, e, per i secondi, di ridurre le spese quotidiane.

Come funziona

Grazie a un sistema di geolocalizzazione, Phenix consente di scegliere lo shop di un negoziante che aderisce all’iniziativa e creare una box tematica (per vegetariani, vegani, amanti del bio, e così via…) il tutto con la comodità di andare a ritirare il proprio pacco ad un’ora prestabilita.

In base alla frequenza d’acquisto, è possibile inoltre accedere a un programma fedeltà che ricompensa i clienti con dei punti che si trasformano in denaro da spendere sull’app e anche ricevere delle notifiche dai propri negozi preferiti quando pubblicano una box.

Le soluzioni B2B

Partita nel 2014 occupandosi di donazioni alimentari a enti di beneficenza certificati – donazioni che presto arriveranno anche in Italia – la startup ha ideato e sviluppato una serie di prodotti e soluzioni (tra cui il controllo delle date di scadenza e le promozioni intelligenti) anche per la GDO, sempre nell’ottica della valorizzazione degli invenduti, con l’obiettivo ultimo di arrivare allo zero spreco.

Continua

Barbara Tangari

Iscritta all’Albo speciale degli Avvocati abilitati innanzi alle giurisdizioni superiori. Il suo obiettivo è guidare e consigliare i propri clienti, per riporre al sicuro le proprie idee di business che potranno un giorno diventare idee di capitali.
Back to top button
Non sei ancora iscritto alla newsletter di Starthink Magazine?
Iscriviti per ricevere le ultime novità!
Non sei ancora iscritto alla newsletter di Starthink Magazine?
Iscriviti per ricevere le ultime novità!