Moda e Lusso

Looking Glass Portrait, il display olografico da scrivania

Computer, mouse, luce led per videocall, tazza di caffè e… ritratto olografico della persona amata: la postazione perfetta per lo smartworking di questo repentino tuffo nel futuro.

Dopo l’holographic display dev kit del 2018 e il monitor ad alta risoluzione 8K 3D del 2019, Looking Glass Factory lancia il display olografico personale da scrivania.

Come funziona

Una cornice, come quelle comunemente usate per le vecchie fotografie. Dentro, fluide e in movimento come in un acquario, le immagini tridimensionali dei soggetti preferiti: figli, gatti, pesci, amici… Tutto ciò che può essere fotografato, può essere trasformato in ologramma e appoggiato sulla propria scrivania.

Non solo per esperti

Looking Glass Factory è una società americana fondata nel 2014 e con sede principale a New York, nata con l’obiettivo di creare dispositivi in grado di generare ologrammi dinamici e controllati dal computer che offrissero esperienze tridimensionali senza bisogno di occhiali per la realtà virtuale o aumentata.

Fino a questo momento gli utenti di riferimento dell’azienda erano soprattutto artisti, sviluppatori e imprese: chiunque, per lavoro o per diletto, fosse in grado di generare e trasformare immagini in ambiente 3D.

Ora, però, con il nuovo Looking Glass Portrait, tutto cambia: non solo videomaker, fotografi e developer, ma tutti, proprio tutti, possono creare e caricare sul display da scrivania le proprie foto preferite tramutate in ologrammi.

Il software HoloPlay Studio Looking Glass Factory è in grado di riconoscere non solo le immagini lavorate con software 3D per Windows, Mac e Linux, ma anche foto catturate con smartphone di ultima generazione.

Gli scatti in modalità ritratto di alcuni dei più recenti dispositivi, infatti, contengono al loro interno una mappa di profondità che HoloPlay Studio Looking Glass Factory è in grado di riconoscere ed utilizzare per la creazione di una fotografia olografica.

Il dispositivo supporta integrazioni con Maya, Blender, Sketchfab e altri programmi disponibili per Mac e Pc e permette, inoltre, di registrare messaggi olografici di dieci secondi con un solo clic.

Looking Glass Portrait può essere connesso al computer tramite USB o direttamente alla presa della corrente. Disponibile in versione singola, doppia, da dieci o con annesso pacchetto di acquisizione olografica, il dispositivo può essere preordinato a partire da un prezzo lancio di 249 dollari.

Continua

Carola Tangari

Giornalista, autrice, conduttrice e speaker. Inizia redigendo inchieste per Il Messaggero. Dopo un'esperienza al Giornale approda in TV, prima come telereporter, poi come autrice e conduttrice di format giornalistici e non, dedicati al Teatro, alla Scienza, all’Enogastronomia, allo Sport e al mondo dell’Infanzia. Appassionata di Cinema, Fotografia e Computer Grafica. Crede nell'Innovazione in ogni campo: "La magia di oggi è la scienza di domani"
Back to top button
Non sei ancora iscritto alla newsletter di Starthink Magazine?
Iscriviti per ricevere le ultime novità!
Non sei ancora iscritto alla newsletter di Starthink Magazine?
Iscriviti per ricevere le ultime novità!