Life Sciences

D–EYE, il sistema per lo screening retinico attraverso lo smartphone

Un sistema di lenti che trasforma lo smartphone in uno screening per il controllo degli occhi.

Andrea Russo è il nome dell’oftalmologo, che ha elaborato un sistema di screening retinico chiamato D–EYE: un dispositivo ottico che, applicato ad uno smartphone, dotato di sistema iOS o Android, è capace di fotografare il fundus dell’occhio. Praticamente un oftalmoscopio portatile. D–EYE sfrutta la sorgente luminosa a led dello smartphone visualizzando l’interno dell’ occhio e, una volta fotografato o filmato il fundus retinico, il risultato viene elaborato ed archiviato da una app del software di D-EYE, permettendo la condivisione dei risultati  con medici e personale specializzato.

Una startup da 1,5 milioni di euro

Grazie al supporto del polo ingegneristico Si14 di Padova che si occupa dell’hardware e della creazione della piattaforma di Cloud, la start up D-EYE si è sviluppata, ricevendo il primo contributo di 1,5 milioni di euro da Invitalia Ventures.

La base operativa e di ricerca di D-Eye è basata in Italia, mentre le attività commerciali e di business development sono negli Stati Uniti, a stretto contatto con la grande domanda di innovazione nel settore e numerosi studi clinici saranno portati avanti in collaborazione con i più importanti centri di ricerca ed università di tutto il mondo.

Riccardo Testi

Continua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Non sei ancora iscritto alla newsletter di Starthink Magazine?
Iscriviti per ricevere le ultime novità!
Non sei ancora iscritto alla newsletter di Starthink Magazine?
Iscriviti per ricevere le ultime novità!